Senza categoria

Grand Tour 360°: il genio italiano tra solidarietà e arte

Questa settimana rimaniamo in Europa, passando da Roma, Londra, Milano e Madrid. In Italia parleremo sì di arte, ma di arte sociale, solidale; per poi compiere insieme un viaggio nel tempo che ci riporterà ad artisti che ci aiuteranno a riscoprire la purezza e la sensibilità che l’arte può trasmettere, nel passato attraverso i dipinti come oggi attraverso la fotografia.

Il nostro viaggio oggi parte da Roma, che il 21 novembre ha ospitato un evento che unisce l’arte alla solidarietà. Stiamo parlando di un’asta benefica a favore di Io ci sono ONLUS”, che mira a raccogliere fondi per i luoghi italiani colpiti dal più recente terremoto. L’evento “L’arte di ricostruire. Artisti per Amatrice”, si è tenuto nella Galleria Mucciaccia di Roma, dove le opere erano in mostra da venerdì 18 novembre. L’obiettivo dell’asta è la concreta costruzione di un edificio antisismico nella zona terremotata, adibito ad iniziative culturali. I soldi raccolti potranno permettere la costruzione di un cinema, un teatro od un centro culturale, pensato per quei cittadini che decideranno di continuare a vivere ad Accumuli, Amatrice, Arquata del Tronto e gli altri paesi colpiti dalla calamità.

Ci spostiamo dal nostro bel paese per approdare a Londra, alla National Gallery, che fino a gennaio ospiterà la mostra Beyond Caravaggio”. È la prima mostra di tale grandezza riguardo Caravaggio e i suoi contemporanei allestita nel Regno Unito. Presenta 49 opere provenienti dalle tre isole britanniche, del Merisi e di coloro che ha ispirato attraverso il suo spiccato genio artistico. Caravaggio ha viaggiato poco durante la sua esistenza e solamente in Italia, ma non è stato motivo di impedimento per la diffusione della sua influenza artistica in tutta Europa, toccando Italia, Francia, Germania, Olanda, Spagna e le Fiandre (alcuni degli artisti parte della mostra sono Gerrit van Honthorst, Valentin de Boulogne, Orazio Gentileschi, Jusepe de Ribera). Dopo essere stata esposta alla National Gallery di Londra, Beyond Caravaggio” sarà trasferita prima alla National Gallery irlandese e poi alle Gallerie Nazionali di Scozia, per permettere a più persone possibili di riconoscere quel fenomeno artistico internazionale che è stato il “Caravaggismo”.

Al genio artistico di Michelangelo Merisi si è ispirato anche Francesco Bertola, un affermato fotografo italiano che lavora per le testate di moda più importanti a livello mondiale. Per la prima volta presenta a Milano, nella Area35 Art Gallery, una sua mostra personale “Intima”. Le porte dell’esposizione si sono aperte il 23 novembre. Nella creazione dei suoi fotogrammi, Bertola si è soffermato sulla luce radiale delle opere di Caravaggio e sui dipinti dei preraffaeliti, maestri di purezza e sensibilità; ha voluto che il suo operato richiamasse queste caratteristiche, per mettere in evidenza l’intimità, la sensibilità e la realtà per come lui stesso la vede. La sua opera di fotografia porta in luce i temi della sensualità e dell’erotismo con una naturalezza quasi spiazzante. Le sue circa 30 fotografie sono ispirate alla quotidianità delle persone, alla loro vera umanità, immagini che il fotografo cerca di rappresentare attraverso i suoi scatti, tentando di coglierne la vera profondità e sensibilità.

Concludiamo il nostro viaggio d’arte nella capitale della Spagna. Dal 15 novembre al museo del Prado si espone “Meta-painting. A journey to the Idea of Art”, che propone un nuovo approccio a collezioni con protagonisti celebri come Rubens e Goya. Un viaggio che parte dalle origini dell’arte (principalmente spagnola) fino all’età moderna per concludersi nel 1819, anno dell’apertura del Prado. Si carpisce la centralità dell’arte spagnola, da sempre sostenuta dai reali spagnoli, che negli anni hanno commissionato e collezionato opere di artisti spagnoli e non di grande valore. L’esposizione presenta dipinti ma anche altre espressioni artistiche come sculture, libri, stampe e medaglie; si compone di 137 opere. Il viaggio offerto dal celebre museo propone quindici sezioni che sottolineano il rapporto tra gli artisti e la società, riportando a temi come il rapporto con il mondo religioso, la tradizione artistica e le sue origini, gli autoritratti degli artisti, il collezionismo, la rappresentazione di importanti momenti storici, l’Illuminismo, la messa in arte dell’amore e della morte.

Finisce qui il nostro tour artistico intorno al mondo, ma ci risentiremo settimana prossima per un altro viaggio insieme nello spazio e nel tempo, a 360°.

a cura di Elena Bertalli

Associazione Vox

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto