Senza categoria

New Artist: Alley

I New Artist di questa settimana sono gli Alley. Scopriteli con noi.

Biografia: Alley è un progetto che nasce a fine 2011, quando il giovane musicista e cantante Davide Chiari decide di affiancare alla militanza in alcune formazioni musicali amatoriali – dove ha maturato una buona esperienza come cantante, chitarrista e bassista – un progetto solista che possa esprimere al meglio la propria visione musicale.
L’esordio arriva con l’autoprodotto Nag Champa nel dicembre 2011: 7 pezzi in inglese, registrati in casa, suonando personalmente ogni strumento. Una produzione lo-fi, per un pop dalle sonorità new wave che trova un riscontro positivo e incoraggiante sia nella diffusione via internet che dal vivo.
Per affrontare i live coinvolge nel progetto quattro musicisti conosciuti frequentando l’ambiente musicale locale: Samuele Pedrazzani e Damiano Negrisoli, come Davide, sono in grado di muoversi abilmente tra chitarre e tastiere – oltre al sassofono per Samuele -, mentre la sezione ritmica è affidata a Giacomo Parisio e Moreno Barbieri, rispettivamente al basso e alla batteria.
A distanza di pochi mesi arriva il secondo album, Tales from the Pizzeria. Alley, con il nuovo album, ridefinisce il proprio sound, esplorando una nuova strada difficilmente catalogabile, un pop-rock dove David Bowie e Blur incontrano l’indie d’oltreoceano del nuovo millennio, e assalti punk e rimandi gospel si alternano in modo piacevole quanto sorprendente. Le 16 canzoni scritte da Davide Chiari mostrano una forte personalità: i riff accattivanti sostengono composizioni semplici e di impatto, accompagnate da testi in inglese più maturi e elaborati. Venerdì 29 marzo 2013, Alley si esibisce in apertura al concerto di Henry Padovani, esponente di spicco della scena punk londinese di fine anni ’70 e primo chitarrista dei Police tra il 1977 e il 1979. Così comincia la stagione dei live di Alley.
In alcuni spettacoli vengono notati dal Dj e promoter Marco Obertini, veterano della scena musicale bresciana ed a capo della VolumeUp Music Agency assieme ad Ercole Gentile alla quale la band decide di affidarsi per la promozione e l’ufficio stampa, preparandosi all’uscita del primo EP di inediti registrato e prodotto completamente in analogico nello studio “Riserva Indiana” di Davide Chiari. La presentazione di queste canzoni avverrà a giugno 2015. L’extended play è rappresentante del percorso intrapreso dall’artista e dai suoi musicisti. Un rock sognante ispirato prettamente agli 80’s dei Roxy Music, molto squadrato, lucido e “patinato” – per modo di dire- negli arrangiamenti; con chitarre molto legate alla ritmica generale dei pezzi, tastiere, basso e batteria sempre molto presenti e preponderanti. Alcune ispirazioni, però, arrivano anche dal glam intergalattico di fine anni 70, del quale facevano parte Manfred Mann, David Bowie, ELO; musica immersa nell’immaginario art-rock, che trasuda paillettes da ogni nota e vuole essere sfarzosa e ricca, non difficile da ascoltare ma lampante e non scontata nel contenuto dei testi.
Il secondo lavoro di Alley sarà sempre un EP di 5 tracce, programmato per essere pubblicato a inizio 2016. Esso sarà stilisticamente coerente al primo, anche dal punto di vista tecnico poiché prodotto da Davide Chiari nella “Riserva Indiana”.

Negative EP: Negative EP è costituito da 5 tracce di carattere oscuro ed intimo, nelle quali la band esprime il suo concetto in un art rock ispirandosi a David Bowie della trilogia di Berlino ed a Bryan Ferry di “Taxi”, contestualizzando le sonorità in un compromesso tra il rock alternativo contemporaneo e quello di fine ’70. I 5 brani raccontano la storia di una donna pilota d’aerei di ricognizione, in un’avventura straordinaria, nella quale scopre un importante sito archeologico il cui potere metafisico trasformerà la sua vita. Questo racconto musicale vuole simboleggiare la ricerca interiore in ognuno di noi che ci spinge sino ad inabissarci nelle intimità più remote del nostro ego. A volte il risultato della ricerca è la pura verità, ciò di cui noi abbiamo realmente bisogno, che ci spinge anche a decisioni non facili. La protagonista viene rappresentata come la figura femminile che ha spinto molti tra i motivi artistici/sociali del progresso nel XX secolo.

Componenti:
Davide Chiari – Voce/Chitarra/Tastiere
Samuele Pedrazzani – Cori/Sax/Chitarra/Tastiere Claudio Rizzi – Cori/Basso
Moreno Barbieri – Batteria/Percussioni

Link:
Facebook Alley

Associazione Vox

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto