Senza categoria

A NIGHT LIKE THIS FESTIVAL: I PRIMI 7 NOMI

A cura di Matilde Ferrero

Vi avevamo annunciato il ritorno del festival torinese A Night Like This Festival e dopo poco tempo inizia a delinearsi anche la line-up. I primi sette nomi sono stati svelati:

Drink to me: arrivano da Ivrea e non hanno bisogno di presentazioni. Il loro elettro-pop è un marchio di fabbrica e sul palco del festival presenteranno il loro ultimo album Bright White Light

Jennifer Gentle: rappresentano l’indie italiano all’estero e se li avete già sentiti nominare ma non vi ricordate dove, loro sono il quintetto che attualmente è in giro per l’Italia come band di supporto ai Verdena.

Girls Names: Arrivano da oltremare, lasciano Belfast per arricchire il programma di A Night Like This Festival. Sono passati dall’ art rock all’elettronica ma, giurano, non hanno perso la loro vena dark.

C’mon Tigre: di loro oltre alle canzoni si conosce molto poco, è un collettivo internazionale fondato da due musicisti che non hanno svelato la propria identità.

Populous: lui è un musicista salentino, nel suo ultimo album Night Safari ha mischiato i più svariati generi, utilizzando elementi di musica elettronica ma anche antichi strumenti etnici. Questo ha incuriosito il panorama musicale estero e gli ha permesso così di sbarcare oltre confine.

Welcome Back Sailors: Sono tra le band di punta per quanto riguarda l’electro-dream-pop italiano, il loro ultimo album Tourismo è definito uno dei pochi dischi italiani dal respiro internazionale.

Edipo: E’ un cantautore in bilico tra il gusto italiano anni sessanta e le influenze rap. Eclettico, mischia a piacimento le due cose per arrivare alla schiettezza che lo contraddistingue.

Loro sono i primi sette artisti che si esibiranno nella cornice canavese del festival, il luogo è facilmente raggiungibile anche con i mezzi pubblici. L’organizzazione assicura servizi navetta che collegheranno la stazione di Ivrea all’area concerti. E se invece volete trascorrere lì tutto il week-end ricordando Woodstock e la fine degli anni ’60 potrete sfruttare l’area campeggio che sarà adibita sulle rive del lago Sirio.


 

Associazione Vox

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto