Senza categoria

IL PAGELLONE SANREMESE (VOL.1)

A cura di Marco Pighizzini

Inaugurato il festival, si inaugura il pagellone infame di giornata, in rigoroso ordine di apparizione:

Arisa: Canzone orecchiabile, controllata, si spoglia lentamente delle caricature.
Nel suo continuo processo di trasformazione da “aspirante lettrice di Cioè” a “Pezzo da 90″, non si capisce se qualcuno le ha spezzato gli occhiali o se ha trovato uno stilista sobrio: in ogni caso progressi. Voto 7,5

Frankie Hi-Nrg: Prevedibile, fuori luogo, mostra più anni di quelli che ha, e per quanto possano fare il personaggio, gli occhialoni non aiutano la credibilità. Si presenta con “Pedala”: verso casa però. Voto 4

Antonella Ruggiero: Nei panni di Marisa Laurito, tutti aspettano l’arrivo di una scopa dove possa salire e volare via. Leziosa, sofisticata senza motivo, ostenta eleganza. A livello canoro se la cava, ma Carabinieri, Polizia, arrestate il truccatore.  Voto 5,5

Raphael Gualazzi & The Bloody Beetroots : Abbiamo dovuto aspettare le 22.47 per cominciare a ragionare.
Non sono certo capolavori (la prima canzone è solo una base di sintetizzatore sotto un blues tranquillo), ma coinvolgono, e dopo quello che si è visto è stata una bella iniezione di fiducia per scacciare pensieri autolesionistici. Voto 7

Cristiano de Andrè: Il cognome pesa, e pesa molto anche sul genere. Questo è quello che ci si aspettava da un cantautore. Qualcuno si aspettava che si mangiasse pure il microfono, ma si è limitato ad una prova senza lode e senza infamia. Voto 6

Perturbazione: Fino a quel momento, l’unica “Perturbazione” della serata era stata quella che sentivamo nel nostro intestino dopo la conduzione di Fazio. Inizialmente la ghenga del buon Lo Mele ci aveva terrorizzato con il titolo della potenziale ennesima canzone sociale del festival (“L’Italia vista dal Bar”), ma nel suo Pop ha saputo il fatto suo. Si fa strada. Voto 7

Giusy Ferreri: Potrebbe aver vinto X Factor perchè ricordava Amy Winehouse: assieme ad Amy, è deceduto anche quel minimo di riferimento. Per quanto si potrebbe apprezzare l’impegno almeno nel look (molto in forma), non c’è nient’altro. Voto 3

Appuntamento a questa sera: su twitter usate l’Hashtag #SanRemoCatt per seguire i nostri commenti taglienti.
Se saremo in grado di farlo (per il sonno, non per i mezzi), partirà una diretta audio!

Associazione Vox

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto